Taralli salentini glassati (Lecce) di Ro’

taralli salentini glassati, taralli, glassa, biscotti, dolci pasquali, pasqua, salentoINGREDIENTI:

– 500 gr di farina “00”

– 100 ml di olio evo

– 100 gr di zucchero di canna (va benissimo anche quello classico)

– 1 pizzico di sale

per la glassa

– 500 gr di zucchero semolato

– 125 ml di acqua

 

PREPARAZIONE:

 

In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero ed il pizzico di sale.

Aggiungete poco per volta farina ed olio (continuando a sbattere) fin quando il composto avrà una certa consistenza da poterlo trasferire sul piano di lavoro e finirlo ad impastare con le mani (aggiungendo un po’ di farina se necessario).

Quando l’impasto sarà morbido, liscio ed omogeneo, avvolgetelo con la pellicola e lasciatelo riposare per 30 minuti.

 

taralli salentini glassati, taralli, glassa, biscotti, dolci pasquali, pasqua, salentoTrascorso il tempo, prendete piccole quantità d’impasto per volta e dategli la classica forma del tarallo: fate dei serpentelli dello spessore di 1 cm circa,10 di lunghezza e chiudeteli (le dimensioni, alla fine, siete voi a deciderle, attenti però a non farli troppo spessi).

 

 

 

taralli salentini glassati, taralli, glassa, biscotti, dolci pasquali, pasqua, salentoMettete a bollire, in una pentola capiente, dell’acqua.

Raggiunto il bollore, versate pochi taralli alla volta, facendo attenzione che non si attacchino tra loro o sul fondo.

Tirateli fuori, con una schiumarola, appena salgono a galla.

 

 

 

 

taralli salentini glassati, taralli, glassa, biscotti, dolci pasquali, pasqua, salentoLasciateli ad asciugare su dei canovacci puliti 5-6 ore ( il tempo varierà a seconda della stagione) girandoli almeno una volta.

Infornate a 180° per 30 minuti circa: fino a quando saranno dorati.

 

 

 

 

taralli salentini glassati, taralli, glassa, biscotti, dolci pasquali, pasqua, salentoPER LA GLASSA:

Versate in un pentolino i 125 ml di acqua e i 500 gr di zucchero.

Mettete su fuoco medio, mescolate bene e portate a bollore.

Spegnete il fuoco quando lo sciroppo diventerà trasparente e filerà tra le dita.

Immergete il pentolino per metà, in una ciotola contenente acqua e ghiaccio.

Quando lo sciroppo si sarà intiepidito, montatelo con una frusta elettrica fin quando non diventerà bianco come nella foto, e diventerà glassa; tenderà a solidificarsi velocemente quindi per rallentare il processo potete tenere il contenitore a bagnomaria o come ho fatto io: di tanto in tanto, nel microonde per 1 minuto.

A questo punto la potrete utilizzare per spennellare la superficie dei vostri taralli, potrete inoltre aggiungere zuccherini colorati etc… in base alla vostra fantasia, nella ricetta originale chiaramente non ci sono 😉 .

 

Come potete vedere dalle foto i nostri taralli hanno tutti una grandezza diversa, il bello del “fatto in casa” ma non vi preoccupate perchè una volta cotti e glassati saranno bellissimi, ci siamo dimenticate di fare la foto ai taralli appena sfornati, ma vi assicuro la superficie si levigherà e gonfieranno un pochino, arricchiti poi dalla glassa e zuccherini saranno stupendi e, la loro diversità sarà solo un pregio! Mi raccomando, quando chiudete i taralli di fare attenzione, premete bene l’impasto, come avrete sempre visto dalle foto, altrimenti si aprono 😛                                                                                                                                   Dolce tipico Salentino, i taralli si preparano nei giorni di festa, soprattutto a Pasqua, troverete tante ricette, ognuno ha la sua! Questa è la nostra! Si possono fare dolci o salati, ai semi di finocchio, piccanti, semplici al vino bianco…., a casa nostra, i taralli riscuotono sempre un successone! A presto con la ricetta dei taralli al vino…gnam!