Pizza bianca alle cipolle

pizza bianca cipolla, pizza, pizza alla cipollaINGREDIENTI:

 

X 7 pizze al piatto

 

– 500 ml di acqua a temperatura ambiente

 

– 150 ml di olio di semi di girasole

 

– 150 ml di latte a temperatura ambiente

 

– 25 gr di lievito di birra fresco

 

– 2 cucchiai di sale fino

 

– 1,5 kg circa di farina “00”

 

per farcire:

 

– 1 bicchiere di latte

– 3 cipolle

– olio evo

– 1 rametto di rosmarino fresco

– sale q.b.

 

 

PROCEDIMENTO:

 

 

Sciogliere il lievito nel latte.

 

Mettere in una terrina: l’acqua, il latte contenente il lievito, l’olio ed il sale.

Aggiungere piano piano la farina e mescolare bene, quando l’impasto inizierà ad avere una consistenza semisolida, disporlo su di un piano infarinato ed impastare aggiungendo farina se necessario, fino ad ottenere un composto elastico e morbido, che non si attacchi alle mani.

Lavorare bene la pasta per almeno 30 minuti ( più lo lavorerete migliore sarà il risultato).

Sbattere l’impasto energicamente sul piano di lavoro: in questo modo distenderete il glutine, creando così un impasto morbido e poroso.

L’impasto dovrà lievitare in un luogo a temperatura costante e privo di correnti d’aria, ad esempio: nel forno spento di casa, in un mobile oppure coperto da un canovaccio e messo (come facevano le nostre nonne) sotto le coperte nel letto! La pasta lievitata è viva ed ha bisogno di amore e calore per crescere bene!!!

La durata della lievitazione dovrà essere di almeno 5/6 ore con una temperatura che si dovrà aggirare intorno ai 20°C. Se sarà troppo freddo/caldo bloccherete la lievitazione. Se la pasta lieviterà per meno tempo, questo non le permetterà di eliminare totalmente il sapore del lievito, con conseguente acidità e pesantezza allo stomaco.

A lievitazione avvenuta, disporre nelle teglie l’impasto, cercando di maneggiarlo il meno possibile e preferibilmente facendo uso esclusivamente delle vostre mani.

Spennelare il fondo della pizza con dell’olio di oliva e condite.

 

Tagliate a fette sottili le cipolle.

Mettete in una ciotola le cipolle con il latte a riposare per circa 1h: in questo modo avranno un sapore più delicato. Dopo averle fatte riposare scolatele e conditele con olio evo, rosmarino e sale. Farcite le pizze con questo preparato. Non stendete la pasta troppo sottile, in questa ricetta deve rimanere spessa almeno 2 cm per essere consumata nel modo migliore, cioè accompagnata o farcita da salumi misti. Gnam!

 

 

 

 

 

 

Maritozzi (pane dolce) Marche

maritozzi, pane dolce, marche, colazione INGREDIENTI:

– 1 uovo

– 150 gr di zucchero semolato

–  50 gr di lievito di birra

– 1/2 litro di latte

– 1 bustina di vanillina

– 1 limone grattugiato

– 200 ml di olio di semi di girasole

– 500 gr di farina manitoba

– 500 gr di farina “00” (nella ricetta originale 1 kg di farina “00”)

– gocce di cioccolato (per arricchire)

– acqua e zucchero per terminare tutto q.b

 

PROCEDIMENTO

 

Intiepidite il latte e scioglieteci dentro il lievito.

 

Sbattete l’uovo con lo zucchero, la buccia grattugiata del limone, l’olio di semi ed infine il latte.

 

Aggiungete poco alla volta la farina e la vanillina.

 

Dovrete ottenere un impasto molto morbido ed elastico.

 

 

 

impasto lievitato.jpgDopo averlo lavorato, incidete a croce la superficie e lasciatelo lievitare, coperto da pellicola trasparente, all’nterno di un contenitore fino al suo raddoppio.

 

 

 

 

 

 

forma lievitata.jpgQuando l’impasto avrà finito la sua lievitazione, lavoratelo ancora un pochino ed iniziate a formare, a vostro piacimento, i maritozzi; potrete farli della forma che più preferite:trecce, girelle, paninetti etc… in questo momento potrete mettere all’interno delle gocce di cioccolato o altro come uvetta passa o canditi.

 

 

 

Dopo aver dato all’impasto la forma desiderata, mettetelo, coperto da pellicola trasparente ed un canovaccio, all’interno di una teglia ricoperta da carta da forno. Dovrà rimanerci fino al suo raddoppio.

 

 

 

sfornati.jpgQuando sarà terminata la seconda lievitazione, cuocete a forno preriscaldato a 180° fino a quando la superficie sarà dorata.

 

 

 

 

 

 

 

maritozzi.jpg

Dopo averli fatti raffreddare, spennellate la superficie del maritozzo con acqua e spolverate con zucchero semolato.

 

 

 

 

Potrete farcire i maritozzi con crema alle nocciole, marmellata o panna montata…una delizia per il palato per una colazione da leoni!!! Gnam!!!

 

 

 

 

 

Per questa ricetta ringrazio di cuore Benedetta 1972

 

Pasta MMF

pasta mmf,pasta di zucchero,fondenteINGREDIENTI:

– 150 gr di Marshmallow
– 400 gr di zucchero a velo
– 3 cucchiai d’acqua

PROCEDIMENTO

Mettete i Marshmallow in una pentola e sciogliete a bagnomaria, aggiungete 3 cucchiai d’acqua e mescolate per far sciogliere il tutto.
Quando i marshmallow saranno sciolti, spegnete il fuoco ed aggiungete 125 gr di zucchero a velo. Mescolate bene, fino ad ottenere un composto omogeneo.

Mettete metà del restante zucchero a velo sul piano di lavoro e rovesciatevi sopra l’impasto di marshmallow, (vi consiglio di utilizzare lo zucchero a velo industriale perchè viene addizionato da amido, risultando più restistente all’umidità. Nel mio caso l’ho fatto da sola e, devo dire, che il risultato non mi ha delusa ma, sicuramente, si vede la differenza particolarmente durante la lavorazione).

Versate il restante zucchero a velo sul composto ed impastate molto bene.

Se l’impasto risulterà troppo morbido, aggiungete altro zucchero, facendo attenzione a non esagerare: l’impasto dovrà rimanere elastico e morbido, calcolate inoltre ,che una volta raffreddato completamente indurirà un pochino.

Continuate ad impastare fino a ottenere un composto malleabile.
Una volta raffreddato completamente l’impasto, avvolgetelo nella pellicola trasparente e poi in un sacchetto per congelatore. Lasciatelo riposare per almeno 24 ore in credenza, trascorso questo tempo potrete utilizzarla! La pasta potrà essere conservata in questo modo fino a due mesi.

 

 

Pizza bianca rucola pachino e grana

pizza bianca rucola pachino e grana, pizza, pizza bianca, focacciaINGREDIENTI:

– impasto per pizza: per la ricetta clicca quì

Calcolate che ogni pallina  di pasta non lievitata, per una pizza peserà intorno ai 200 gr, questo per farvi rendere conto della quantità di impasto che dovrete realizzare per fare tante pizze quante ve ne servono, con questo quantitativo avrete una pizza alta almeno 2 cm, se la volete più bassa, diminuite il peso!

per farcire 2 pizze:

– 1 mozzarella da 250 gr

– 1 mazzetto di rucola fresca circa 200 gr

– 2 cucchiai di parmigiano a scagliette

– 10 pachino maturi

– 4 cucchiai di stracchino

– olio evo q.b.

– sale q.b.

PROCEDIMENTO

Dopo aver steso l’impasto nella teglia, spennellare con dell’olio evo, coprire con la mozzarella ed infornare per circa 10 minuti: questo dipenderà dallo spessore dell’impasto, controllate sempre il fondo, alzandolo con una spatola, se sarà dorato è pronta.

Una volta sfornata condirla con rucola, pachino, stracchino e grana, un pizzico di sale ed un filo di olio evo.

Questa è una delle mie preferite!!!

 

 

I SORRISINI: sofficini fatti in casa

sofficini, sofficini fatti in casaINGREDIENTI

X 12 sorrisini circa

 

– 1 tazza di farina “00”

– 1 tazza di latte

– una noce di burro

– 2 albumi

– pangrattato q.b.

– sale q.b.

– 1 litro di olio di arachidi

X farcire i sorrisini a piacere potrete usare: mozzarella mescolata al 50% con l’asiago, e/o pomodoro, funghi, spinaci etc…

 

PROCEDIMENTO

Mettete in un pentolino a sciogliere la noce di burro insieme al latte, quando il latte starà per bollire aggiungete la farina e mescolate il più velocemente possibile, si formerà una palla nel giro di pochi secondi, togliete dal fuoco e mettete l’impasto su un piano di lavoro e lasciatelo intiepidire. Una volta intiepidito iniziare a lavorare l’impasto, se riuscite non aggiungete farina, l’impasto non dovrebbe attaccarsi nel al piano di lavoro ne alle vostre mani, in caso contrario aggiungete pochissima farina.

IMG_5783.JPGA questo punto avrete un impasto morbido e malleabile, lo dovrete ricoprire di pellicola trasparente e mettere a riposare facendolo raffreddare completamente.

 

 

 

 

IMG_5784.JPGQuando l’impasto sarà freddo lavoratelo per un paio di minuti e stendete una sfoglia di circa 3 mm.

Aiutandovi con … io ho preso la tazza per il latte della colazione 😛 … tagliate dei cerchi di pasta.

 

 

 

IMG_5787.JPGfarcite poi i cerchi di pasta a vostro piacere, in questo caso io ho utilizzato spinaci, asiago e mozzarella.

 

 

 

 

 

IMG_5785.JPGcon le dita chiudete bene i bordi, fate attenzione a non lasciare buchi, altrimenti durante la cottura il ripieno uscirà.

 

 

 

 

 

IMG_5788.JPGpassate i sorrisini chiusi prima nell’albume poi nel pangrattato.

 

 

 

IMG_5790.JPGFriggere in abbondante olio caldo.

 

 

 

 

IMG_5793.JPGPossono essere cotti anche al forno,  in questo modo saranno più leggeri. Infornate a 180° i sorrisini in una teglia ricoperta da carta da forno leggermente unta con dell’olio di arachidi, fino a quando non saranno dorati.

 

 

Secondo me sono meglio di quelli industriali…e secondo voi??? Fatemi sapere!!!

Pangoccioli di Nu & Ro’

pangoccioli, panini con gocce di cioccolato, pane al cioccolato, panini colazioneINGREDIENTI

X 20 pangoccioli

 

– 50 gr di burro fuso

– 500 gr di farina manitoba

– 300 ml di latte tiepido (35°)

– 15 gr di lievito di birra fresco

– 7 gr di sale fino

– 80 gr di zucchero semolato

– 150 gr di gocce di cioccolato o cioccolato tritato (io avevo la tavoletta e l’ho tritato)

– 1 uovo per spennellare i panini

 

PREPARAZIONE

 

Sbriciolate il lievito di birra in una ciotolina, aggiungete due cucchiaini di zucchero e 1/2 bicchiere di latte tiepido, mescolate bene fino a sciogliere tutti gli ingredienti e mettete da parte, si dovrà formare una schiuma.

Unite il resto dello zucchero al latte rimanente ed il sale, mescolate bene.

In una ciotola mettete la farina manitoba, aggiungete il lievito mescolato, il latte  il burro fuso, impastate bene, trasferite l’impasto sul piano di lavoro e lavoratelo per 15 minuti.

Impastare bene fino a che non diventi liscio ed elastico, mi raccomando, non aggiungete troppa farina extra durante la lavorazione. Mettete a lievitare per un paio d’ore, o fino al suo raddoppio, in un luogo privo di correnti d’aria ed a temperatura costante.

Quando la pasta sarà lievitata, toglietela dalla ciotola e formate un salsicciotto. Dal filone d’impasto ricaverete tanti pezzetti di circa 40 gr ognuno, con i quali formerete delle palline che adagerete su una placca da forno.

Queste palline non dovranno essere fatte con un movimento rotatorio dei palmi (come quando facciamo le polpette per intenderci) ma dovrete invece lavorare il singolo pezzetto d’impasto prendendolo con le dita delle due mani, tirando i bordi della pasta verso il basso e spingendola con i pollici alla base, premendola per poi saldarla. Così facendo porterete le increspature alla base del panino rendendo la superficie liscia.La successiva lievitazione  attenuerà tutte le increspature della base.

Spennellate i panini ottenuti con del latte tiepido e lasciateli lievitare per almeno 1 ora in un luogo tiepido e privo di correnti.

Nel frattempo accendete il forno a 220° e quando i panini saranno nuovamente lievitati, spennellateli con un uovo sbattuto ed infornateli per 18 minuti, quando si saranno imbruniti estraete i panini dal forno e lasciateli raffreddare fuori dal forno.

Ottimi per la colazione e merenda!!! Mangiati caldi o freddi sono ottimi!!! Provateli e fatemi sapere

 

 

Pasta all’uovo

INGREDIENTI:

X 3 PERSONE

 

– 150 gr di farina “00”

– 50 gr di farina di grano duro

– 2/3 uova intere 

 

PREPARAZIONE

 

fontana 01.jpg
setacciare la farina sul piano di lavoro formando una fontana (vulcano o montagna), fare poi un buco al centro dove andaranno messe le uova (1 uovo ogni 100 gr di farina, pertanto in questo caso 2, ma se le vostre uova sono piccole metterne 3 altrimenti l’impasto risulterà troppo duro e poco elastico).

 

sbattere le uova.jpgsbattere con una forchetta le uova, icorporando man mano la farina tutta intorno (pazienza come sempre in cucina e mi raccomando attenzione, perchè gli argini si rompono facilmente e … tutto giù per terra).

 

stesa 02.jpguna volta che avrete incorporato tutta la farina, lavorate l’impasto per qualche minuto fino ad ottenere un composto omogeneo ed elastico.

 

 

 

06.jpg

Stendere l’impasto con il mattarello, fino ad ottenere una sfoglia spessa circa 1,5 mm, potrete usare questa sfoglia per qualsiasi tipo di pasta, ripiena e non ,basterà ad esempio: spolverare la sfoglia con un po’ di farina, arrotolarla su se stessa e tagliarla con un coltello affilato, dello spessore desiderato, per fare delle ottime tagliatelle!!! Tagliata a grandi rettangoli per la lasagna etc…

 

 

 

 

CORNETTI SALATI

cornetti salati, cornetti, croissant, INGREDIENTI:

X 6 CORNETTI

 

– 250 gr di farina “00”

– 125 gr di latte a temperatura ambiente

– 60 gr di burro

– 20 gr di zucchero semolato

– 8 gr di lievito di birra

– 2 tuorli

– 1 uovo intero

– sale q.b.

 

PREPARAZIONE

 

Impastate (possibilmente nell’impastatrice) la farina con il latte, il lievito, 40gr di burro, lo zucchero, i tuorli, ed un pizzico di sale; fate lievitare la pasta, coperta, fino al suo raddoppio, quindi stendetela in un rettangolo di cm 30X40.

Pennellatelo con il resto del burro (gr 20) e tagliatelo in 6 triangoli isosceli e arrotolateli su se stessi, iniziando dal lato lungo, per ottenere i cornetti. Deponeteli su una placca coperta da carta da forno, pennellateli d’uovo, poi lasciateli lievitare per 60 minuti prima di infornarli a 180° per 25′ circa. Servite i cornetti farciti a piacere con salumi, formaggi o con crema alla nocciola, marmellata etc…

PIZZA BIANCA FUNGHI E SALSICCIA (ricetta speciale di Rò)

pizza, impasto pizza, ricetta pizza, lavorazione pizza, funghi, salsiccia, pizza funghi e salsiccia, pizza bianca, trucchi pasta pizzaINGREDIENTI:

X 7 pizze al piatto

– 500 ml di acqua a temperatura ambiente

– 150 ml di olio di semi di girasole

– 150 ml di latte a temperatura ambiente

– 25 gr di lievito di birra fresco

– 2 cucchiai di sale fino

– 1,5 kg circa di farina “00”

 

Per la farcitura potrete usare ciò che più preferite, in questo caso noi abbiamo usato (dosi x una pizza):

– 50 gr di mozzarella ( preferibilmente a pasta dura)

– 50 gr di scamorza dolce

– 1 salsiccia piccola

– 1 fungo champignon grande fresco

– olio di oliva

 

PREPARAZIONE:

Sciogliere il lievito nel latte.

Mettere in una terrina: l’acqua, il latte contenente il lievito, l’olio ed il sale.

Aggiungere piano piano la farina e mescolare bene, quando l’impasto inizierà ad avere una consistenza semisolida, disporlo su di un piano infarinato ed impastare aggiungendo farina se necessario, fino ad ottenere un composto elastico e morbido, che non si attacchi alle mani.

Lavorare bene la pasta per almeno 30 minuti ( più lo lavorerete migliore sarà il risultato).

Sbattere l’impasto energicamente sul piano di lavoro: in questo modo distenderete il glutine, creando così un impasto morbido e poroso.

L’impasto dovrà lievitare in un luogo a temperatura costante e privo di correnti d’aria, ad esempio: nel forno spento di casa, in un mobile oppure coperto da un canovaccio e messo (come facevano le nostre nonne) sotto le coperte nel letto! La pasta lievitata è viva ed ha bisogno di amore e calore per crescere bene!!!

La durata della lievitazione dovrà essere di almeno 5/6 ore con una temperatura che si dovrà aggirare intorno ai 20°C. Se sarà troppo freddo/caldo bloccherete la lievitazione.  Se la pasta lieviterà per meno tempo, questo non le permetterà di eliminare totalmente il sapore del lievito, con conseguente acidità e pesantezza allo stomaco.

A lievitazione avvenuta, disporre nelle teglie l’impasto, cercando di maneggiarlo il meno possibile e preferibilmente facendo uso esclusivamente delle vostre mani.

Spennelare il fondo della pizza con dell’olio di oliva e condire con il mix di scamorza e mozzarella sbriciolata, i funghi affettati a mandolina e la salsiccia, privata della pelle, a tocchetti.

Infornare a 220° a forno ventilato per circa 10 minuti, controllare con una spatola il fondo della pizza, quando esso sarà dorato potrete sfornarla!