Pizza bianca alle cipolle

pizza bianca cipolla, pizza, pizza alla cipollaINGREDIENTI:

 

X 7 pizze al piatto

 

– 500 ml di acqua a temperatura ambiente

 

– 150 ml di olio di semi di girasole

 

– 150 ml di latte a temperatura ambiente

 

– 25 gr di lievito di birra fresco

 

– 2 cucchiai di sale fino

 

– 1,5 kg circa di farina “00”

 

per farcire:

 

– 1 bicchiere di latte

– 3 cipolle

– olio evo

– 1 rametto di rosmarino fresco

– sale q.b.

 

 

PROCEDIMENTO:

 

 

Sciogliere il lievito nel latte.

 

Mettere in una terrina: l’acqua, il latte contenente il lievito, l’olio ed il sale.

Aggiungere piano piano la farina e mescolare bene, quando l’impasto inizierà ad avere una consistenza semisolida, disporlo su di un piano infarinato ed impastare aggiungendo farina se necessario, fino ad ottenere un composto elastico e morbido, che non si attacchi alle mani.

Lavorare bene la pasta per almeno 30 minuti ( più lo lavorerete migliore sarà il risultato).

Sbattere l’impasto energicamente sul piano di lavoro: in questo modo distenderete il glutine, creando così un impasto morbido e poroso.

L’impasto dovrà lievitare in un luogo a temperatura costante e privo di correnti d’aria, ad esempio: nel forno spento di casa, in un mobile oppure coperto da un canovaccio e messo (come facevano le nostre nonne) sotto le coperte nel letto! La pasta lievitata è viva ed ha bisogno di amore e calore per crescere bene!!!

La durata della lievitazione dovrà essere di almeno 5/6 ore con una temperatura che si dovrà aggirare intorno ai 20°C. Se sarà troppo freddo/caldo bloccherete la lievitazione. Se la pasta lieviterà per meno tempo, questo non le permetterà di eliminare totalmente il sapore del lievito, con conseguente acidità e pesantezza allo stomaco.

A lievitazione avvenuta, disporre nelle teglie l’impasto, cercando di maneggiarlo il meno possibile e preferibilmente facendo uso esclusivamente delle vostre mani.

Spennelare il fondo della pizza con dell’olio di oliva e condite.

 

Tagliate a fette sottili le cipolle.

Mettete in una ciotola le cipolle con il latte a riposare per circa 1h: in questo modo avranno un sapore più delicato. Dopo averle fatte riposare scolatele e conditele con olio evo, rosmarino e sale. Farcite le pizze con questo preparato. Non stendete la pasta troppo sottile, in questa ricetta deve rimanere spessa almeno 2 cm per essere consumata nel modo migliore, cioè accompagnata o farcita da salumi misti. Gnam!

 

 

 

 

 

 

Insalata di seppie

insalata di seppie, insalata di mare, insalata di pesce, antipasto freddoINGREDIENTI:

X 2 persone

 

– 2 seppie fresche da 250/300 gr ognuna (pulite)

– 150 gr circa di insalatina di verdure a filetti sott’aceto sgocciolata

– 6 pomodorini pachino

– qualche foglia di lattuga indivia scarola

– 2 limoni

– olio evo

– aceto di vino bianco

– sale q.b.

– 1 scatoletta di tonno sott’olio da 80 gr circa

 

PREPARAZIONE

– Pulire le seppie (io ho comprato quelle già pulite): togliere interiora, pelle, becco, occhi.

Sciaquare bene sotto acqua corrente.

Mettere a bollire l’acqua con sale e succo spremuto di due limoni (se le seppie sono fresche, dovrete aggiungere anche la buccia grattuggiata).

Cuocere le seppie per circa 40 minuti. Il tempo di cottura dipenderà dalla loro grandezza: quando la forchetta entrerà senza fatica e sentirete la carne morbida, scolarle e farle raffreddare.

Una volta fredde, tagliare a listarelle.

Lavare e tagliare l’insalata e i pachino, aggiungere il tonno sgocciolato, i sott’aceti, la seppia fredda e condire con olio, aceto e un pizzico di sale.

Può essere preparata in anticipo di qualche ora, ma in questo caso vi consiglio di non condirla fino ad un attimo prima di essere servita!

RAVIOLI AL VAPORE (Cina)

ravioli al vapore, ravioli cinesi, ravioli ai gamberiINGREDIENTI:

X 4/6 PERSONE

 

– 250 gr di farina circa

– 150 ml di acqua calda

– foglie di cavolo cappuccino

 

per il ripieno

– 300 gr di code di gambero, pulite e sgusciate

– 300 gr di carne di maiale

– 25 gr circa di porro

– pepe nero q.b.

– 2 cucchiai di salsa di soya

– sale q.b.

– 2 pizzichi abbondanti di zenzero (a noi non piace molto quindi non lo abbiamo messo)

 

PREPARAZIONE:

Preparare l’impasto per i ravioli, mescolando la farina e l’acqua calda, se necessario aggiungere ancora farina, dovrete ottenere un impasto omogeneo ed umido, ma non troppo da attaccarsi alle mani.

Fate un “serpentello” di circa 3cm di diametro, tagliatelo poi a tocchetti lunghi un paio di cm con i quali formerete delle palline che poi trasformerete in dischetti, schiacciandoli con il palmo della mano.

Preparate l’impasto, frullando nel mixer tutti gli ingredienti (crudi) fino ad ottenere un composto omogeneo.

Riempite i dischetti con l’impasto pronto e chiudeteli con dei pizzichi partendo da sinistra verso destra.

Mettete a bollire l’acqua. Preparate la vaporiera (io possiedo quella in bambu, che necessita prima dell’utilizzo, di essere bagnata molto bene con dell’acqua corrente).

Coprite il fondo di ogni cestello con alcune foglie di cavolo,  poi posizionate sopra i ravioli e una volta chiuso con il coperchio, mettetelo a cuocere a bagno maria per 12 / 15 minuti.

Una volta cotti serviteli accompagnati da salsa di soya o  salsa agrodolce.

Ottimi caldi.

Zhu ni hao kouwei!!!  Buon appettito!

 

Bignè al gorgonzola e mascarpone

bignè gorgonzola e mascarponeINGREDIENTI:

X 6 PERSONE

 

– 100 gr circa di bignè già pronti

– 200 gr di mascarpone

– 200 gr di gorgonzola dolce

– 1 pera

– 6 gherigli di noce

 

PREPARAZIONE

 

Eliminate la crosta dal gorgonzola con un coltello. Trasferite il gorgonzola in una ciotola e lavoratelo con una forchetta fino a renderlo cremoso, aggiungete il mascarpone e mescolate bene per ottenere una crema omogenea.

Tagliate la calotta superiore dei bignè con un coltello con la lama liscia.

Riempiteli con la crema ai formaggi preparata, aiutandovi con un cucchiaino.

Ricomponete i bignè.

Trasferite i bignè su un piatto da portata, sovrapponendoli, riponeteli in frigo fino al momento di portarli in tavola.

Aprite e spezzettate le noci grossolanamente, pulite e tagliate a bastoncini la pera.

Serviteli freddi, accompagnati da noci e bastoncini di pera

POMODORI VERDI FRITTI (USA)

Ho conosciuto questa ricetta proprio guardando il film “POMODORI VERDI FRITTI ALLA FERMATA DEL TRENO”! Ci sono voluti anni però, prima che io provassi questo piatto! Ho un ricordo maliconico legato a questo film, forse perchè la storia (vera), non finisce proprio nel migliore dei modi…se non avete mai visto questo film fatelo e … magari in compagnia di questo piatto!

 

pomodori verdi fritti ricetta,pomodori,pomodori verdi,frittura,aperitivo,contorno,panatura,film,antipastoINGREDIENTI:

X 2 PERSONE

– 2 pomodori verdi di medie dimensioni

– 1 uovo

– farina Q.B.

– pane grattato Q.B.

– sale

– olio di arachidi per friggere 1lt

 

PREPARAZIONE:

 

Lavare i pomodori, togliere per quanto possibile il torsolo senza rovinarlo, tagliarlo a fette spesse circa 1 cm.

Passare le fette prima nella farina poi nell’uovo ed infine nel pane grattato.

Quando l’olio sarà arrivato a temperatura, friggere fino a quando la panatura sarà dorata.

Mettere le fette su carta assorbente, aggiustare di sale e servire calde!

Ottime come aperitivo o contorno sfizioso, fate attenzione perchè il succo del pomodoro è ustionante (provato di persona) 🙂 Gnam!