Lenticchie con salsiccia

lenticchie e salsiccia, lenticchie, legumi

INGREDIENTI:

x 4 persone

– 3 salsicce

– 250 gr di lenticchie

– 750 ml di passata di pomodoro

– 1 carota

– 1 costa di sedano

– 1 cipolla piccola

– olio evo q.b.

– sale q.b.

 

 

PROCEDIMENTO:

 

In una pentola antiaderente scaldate 1 cucchiaio di olio evo.

Spellate la salsiccia e tagliatela in tre parti, poi fatela rosolare nell’olio caldo.

Mettete la carota, il sedano e la cipolla, mondati e lavati, nella pentola insieme alla salsiccia, aggiungete la passata e aggiustate di sale.

Fate cuocere il sugo per circa 30/40 minuti, o fino a quando si sarà ristretto per bene.

 

Nel frattempo laviamo  la lenticchia con acqua: aiutatevi con uno scolapasta.

Mettetela a bollire in una pentola con acqua salata. L’acqua dovrà essere il doppio delle lenticchie.

Una volta che le lenticchie saranno cotte (al dente: termineranno la cottura con il sugo), aggiungete il sugo con la salsiccia: tanto quanto vorrete siano “rosse le vostre lenticchie”.

Terminate la cottura e servite con del pane bruscato.

Con questo freddo ci stanno proprio bene nel mio pancino!

 

Colazione americana (breakfast usa)

Nella classica colazione americana le uova sono fritte (all’occhio di bue), ma si possono trovare anche nella mia versione, io preferisco quelle strapazzate (SCRAMBLED EGGS) e quindi vi propongo le mie! Quando facciamo colazione in questo modo, a dire il vero facciamo un brunch, questa è la nostra tipica colazione domenicale: il sabato sera si esce, si fa tardi e la domenica, quando ci si alza, è troppo tardi per una colazione o presto per un pranzo quindi ne approfittiamo 😛

 

SCRAMBLED EGGS, colazione americana, breakfast usa, colazione, brunchINGREDIENTI:

– 1 bicchiere di spremuta di arancio o di succo di mirtilli rossi

– 1 tazza di caffè nero americano o un latte e caffè all’italiana

– 4/5 fette di pane integrale in cassetta tipo USA

– 4 uova grandi

– marmellata di mirtilli neri

– burro di arachidi q.b.

– 8 fette di bacon affumicato

– olio evo q.b.

– burro q.b.

 

 

PREPARAZIONE

Per le bevande non vi dico nulla è a vostra scelta, io di solito in tavola metto tutto aaahahahah!!!

Sbattete bene le uova, aggiungete 1/2 bicchiere di latte o 3 cucchiai di panna, un pizzico di sale e tenete da parte.

 

Cuocete in una pentola antiaderente molto calda le fettine di bacon, fatele imbrunire da entrambe i lati e quanto le toglierete dalla pentola subito ad asciugare nella carta assorbente: in questo modo saranno croccanti e favolose.

 

Quando avrete cotto tutte le fettine di bacon, potrete utilizzare la stessa pentola per cuocere le uova, sfruttando il grasso della pancetta, personalmente non lo faccio ma uso una nuova pentola con un filo di olio evo ma, se vogliamo farci del male, questo è il modo più gustoso per farlo 🙂  ! Le uova non facciamole cuocere troppo a lungo ma spegniamo la pentola a poco più di metà cottura lasciando le uova cremose.

Nel frattempo tostate il pane e spalmatelo con del burro (tanto per rimanere leggeri).

Altre fette con il burro di arachidi ed altre con la marmellata o meglio ancora gelatina di mirtilli neri!!!

 

Portate tutto a tavola e …. BUONGIORNO MONDO!!!

 

Brownies (USA)

brownies, quadrotti al cioccolato, cioccolato, usaEccoci! Bè non avete aspettato molto 😛 una ricetta dolce dolce come piace a noi, per rendere meno tristi questi giorni particolarmente stressanti! Speriamo vi piacciano.

 

INGREDIENTI:

– 150 gr di cioccolato fondente

– 100 gr di burro

– 100 gr di farina “00”

– 150 gr di zucchero

– 20 gr di cacao amaro

– 2 uova

– 1 pizzico di sale

 

PREPARAZIONE

Sciogliete nel microonde o a bagnomaria il cioccolato ed il burro, mescolate bene e mettete da parte.

In una terrina sbattete le uova.

Setacciate la farina e mescolatela allo zucchero, il pizzico di sale ed il cacao.

In una terrina unite gli ingredienti, aggiungete la cioccolata alle farine ed infine le uova, mescolate fino ad ottonere un composto omogeneo e senza grumi.

 

Ricoprite una teglia con carta da forno.

brownies, quadrotti al cioccolato, cioccolato, usaVersate l’impasto all’interno di una teglia quadrata di circa 22 cm.

Cuocete a forno preriscaldato a 180° per 25 minuti circa, ricordate che i brawnies devono essere leggermente croccanti fuori e morbidi dentro ed il trucco per ottenerli perfetti sta nel tirarli fuori dal forno prima della fine della cottura.

GNAM!!!!

Per questa ricetta ringraziamo: le ricette perfette di linda e paola

Liquore al melograno o melagrana (elisir)

Ciao a tutti amici del blog! Eccoci di ritorno…! è periodo di straordinari a lavoro! Mille cose da fare e…, si sà, viene prima il dovere e poi il blog (il piacere)!!! Questo fine settimana, finalmente, siamo riuscite a fare il liquore al melograno ( se ve lo siete perso cliccate qui!) ed oggi ve lo postiamo! Speriamo di liberarci presto da tutto questo trambusto e ritornare alla nostra routine! Altrimenti…, quando lo assaggerete, dedicateci un brindisi! Noi lo abbiamo già fatto!

liquore al melograno, elisir di melagrana, liquore alla melagrana, elisir al melograno, elisir corroboranteINGREDIENTI:

– 150 gr di chicchi di melagrana

– 150 ml di alcool

– 150 ml di acqua

– 150 gr di zucchero

Con questi ingredienti otterrete poco meno di mezzo litro di liquore. Noi abbiamo usato queste dosi per evitare “sprechi”: ne abbiamo fatti diversi tipi, tutti da assaggiare per la prima volta! 🙂 Voi potrete modificarle a vostro piacimento.

 

PROCEDIMENTO

 

In un vaso a di vetro a chiusura, mettete i chicchi di melagrana e l’alcool, lasciate a macerare per 10 giorni, agitando ogni giorno.

Al termine dei giorni, mettete in un pentolino l’acqua e lo zucchero facendolo sciogliore bene su fiamma bassa e mescolate spesso. Fate bollire per qualche minuto.

Quando lo sciroppo sarà freddo, mettetelo nella vostra bottiglia per il liquore.

Filtrate il composto di chicchi e alcool con un canovaccio e strizzatelo bene con i chicchi ancora all’interno in modo da spremerli un po.  Versatelo nella bottiglia contenente lo sciroppo ed agitate.

Lasciate riposare il liquore per altri 10 giorni prima di consumarlo…noi non abbiamo resistito e lo abbiamo fatto subito..mmm aspettiamo altri 10 giorni và! 😛 Scherziamo! E’ molto buono ma, sicuramente, lo sarà di più dopo aver riposato: così (a temperatura ambiente) risultava troppo intenso il sapore dell’alcool… lo riproveremo e si vedrà! 😉

Ciambella di crema di marroni e cioccolato

ciambella di crema di marroni e cioccolato, ciambella, dolci da credenza, crema di marroni, dolce di castaINGREDIENTI:

 

450 gr di crema di marroni

– 100 gr di burro

– 100 gr di cioccolato fondente

– 3 uova

– 100 gr di farina “00”

– zucchero a velo q.b.

 

PREPARAZIONE

 

In un pentolino fate sciogliere (a bagnomaria o col microonde) burro e cioccolata e lasciate raffreddare.

In una terrina mescolate la crema di marroni con il cioccolato e il burro fusi, le uova e la farina.

ciambella di crema di marroni e cioccolato, ciambella, dolci da credenza, crema di marroni, dolce di castaImburrate ed infarinate lo stampo e versateci il composto.

Infornate a 180° per 45 minuti circa.

Una volta raffreddato, trasferite il ciambellone su un piatto da portata e spolverate con lo zucchero a velo.

Panna cotta

Un classico che non tramonta mai: la panna cotta! Non poteva mancare nel nostro blog! Un dessert veloce e semplicissimo da preparare anche per chi non ha esperienza in cucina. Di sicuro successo! Provare per credere! Ecco a voi la nostra ricetta!

panna cotta, dolce al cucchiaio, dessert al cucchiaio, dolce classicoINGREDIENTI:

500 ml di panna fresca (crema di latte)

– 100 gr zucchero

– 2 fogli di gelatina

– potrete scegliere se lasciare la panna cotta al naturale o aromatizzarla con 3 gocce di essenza alla vaniglia o una bustina di vanillina

 

PREPARAZIONE

 

Mettete in ammollo per 10 minuti i fogli di gelatina in acqua fredda.

In una pentola versate lo zucchero e la panna ed accendete a fuoco medio mescolando continuamente.

Quando la panna sarà tiepida, aggiungete i fogli di gelatina ben strizzati e, se vi piace, l’aroma che preferite.

Poco prima che venga raggiunto il bollore, togliete dal fuoco e versate nel vostro stampo unico o monoporzioni. Lasciate raffreddare, poi ricoprite con della pellicola per alimenti e riponete in frigo a solidificare per almeno 12 ore.

Trascorso il tempo potrete gustarvi quest’ottima panna cotta con sciroppi alla frutta, cioccolata, caramello e…chi più ne ha, piu ne metta! Noi abbiamo usato la nostra “famosa” ed onnipresente gelatina di melograno! 😀

Tiramisù di Ro’

tiramisù, dolci al cucchiaio, tiramisù a modo mio, tiramisù variante, tiramisù cremosoINGREDIENTI:

– 6 uova

– 300 gr di zucchero

– caffè 1 bicchiere

– 6 pacchetti di pavesini

– 500 gr di mascarpone

– 100 gr di cioccolato tritato o a gocce

 

PREPARAZIONE

 

Montare gli albumi a neve ferma con 150 gr di zucchero.

 In un’altra ciotola montare i tuorli con i restanti 150 gr di zucchero, unire il mascarpone ed incorporare anche gli abumi montati a neve facendo attenzione a non smontarli, con un movimento dal basso verso l’alto.

Sbriciolare grossolanamente i pavesini, mescolateli con il caffè aggiunto poco a poco: dovrete ottenere un composto ben sodo e non troppo bagnato.

Dividere ora la crema in due parti uguali: in una aggiungere il composto di pavesini, nell’altra metà unirete la cioccolata tritata, mescolare bene e comporre il dolce con base di crema di pavesini e poi crema al mascarpone, potrete fare delle monoporzioni oppure un dolce unico da porzionare in seguito, farlo riposare almeno 12 ore in frigorifero, servirlo spolverato da cacao amaro.

 

 

Sagne e pasuli (pasta e fagioli) a modo mio (Salento)

pasta e fagioli, saghe e pasuli, fagioli borlottiINGREDIENTI:

X 2 PERSONE

 

– 100 gr di fagioli borlotti secchi o in scatola

– 1 bicchiere di passata di pomodoro

– cipolla, carote, sedano q.b.

– 1 spicchio di aglio

– 1 peperoncino piccante

– 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato

– olio evo q.b.

– sale q.b.

– 2 fette di speck

per la pasta: 100 gr di farina di grano duro, acqua a temperatura ambiente q.b.

 

 

PROCEDIMENTO

 

Mettete i fagioli secchi in ammollo dalla sera prima, poi lessateli in acqua bollente con un pizzico di sale, non cuoceteli troppo: finiranno gli ultimi minuti di cottura nel sugo.

Altrimenti : aprite un barattolo di fagioli borlotti lessi al naturale e scolateli.

Scaldate in una pentola un filo di olio evo e, dopo aver fatto un trito con carote, cipolla e sedano, far dorare tutto nell’olio, aggiungere lo spicchio d’aglio in camicia, lo speck, la salsa, un pochino d’acqua, il peperoncino tagliato a metà, aggiustate di sale e  lasciate cuocere per 30 minuti circa.

Nel frattempo preparate la pasta fatta in casa: impastate la farina insieme all’acqua, pochissima, dovrete ottenere un composto morbido ed elastico.

Tirate la pasta con il mattarello e ricavatene delle “pappardelle” larghe circa 2 cm, spesse circa 2 mm, poi tagliatele in tre parti in modo da ottenere dei rettangolini larghi e corti.

Cuocete la pasta in acqua bollente per circa 2minuti.

A cottura versare all’interno del sugo i fagioli scolati e fate cuocere tutto insieme per altri 10 minuti.

Quando la pasta sarà cotta saltatela nel sugo che non dovrà essere troppo asciutto e servite con una spolverata di parmigiano.

Sciroppo di prugnolo

sciroppo di prugnolo, sciroppo di fruttaCi sono avanzate delle bacche di prugnolo, non sapendo cosa farci, siamo andate sul sicuro: SCIROPPO!!!

Ottimo, dolce al punto giusto e di sicuro successo su più fronti: nello yogurt al naturale fatto in casa, sui pancake, diluito in acqua come ottimo succo di frutta, come bagna per torte.

Provare per credere 🙂 !!!

 

 

INGREDIENTI:

 

– 300 gr di bacche di prugnolo

– 300 gr di zucchero semolato

– 200 ml di acqua

 

PREPARAZIONE

 

Mettere tutto in un pentolino su fuoco medio, lasciare bollire per 20 minuti circa e invasare. Per una conservazione più lunga sterilizzare e bollire i vasetti per 30 minuti coperti in acqua bollente. Nel mio caso, essendone uno soltanto, lo metto direttamente in frigo una volta raffreddato, pronto per essere gustato!

 

 

Elisir (o liquori) alle bacche ed erbe aromatiche

liquori misti.jpg

Con elisir, in erboristeria, vengono definiti i preparati alcolici corroboranti.

Sono a tutti gli effetti dei liquori il cui uso deve essere considerato a scopo medicinale e terapeutico. La gradazione varia da 40° a 65° pertanto meglio se assunti con moderazione.

Sono necessari pochi ingredienti per preparare un liquore casalingo; avendo così un prodotto fatto in casa, naturale e magari di vostra invenzione. Basta variare i componenti: aggiungendo un’erba, la buccia di un frutto, o cambiando la gradazione alcoolica, quantità di zucchero ed ingredienti stessi.

Rosoli, liquori, vini medicati, fanno parte della tradizione popolare, attingendo a queste ricette e modificandole potremo personalizzarle e renderle più gradevoli al nostro palato, sarà divertente ed economico.

IMG_6283.JPGIn questa foto potrete vedere alcune delle bacche che abbiamo trovato: rosa canina, prugnolo, biancospino.

 

 

 

 

 

 

IMG_6285.JPGbacche di ginepro

 

 

 

 

 

Abbiamo lavato le bacche, le foglie di basilico e le abbiamo fatte asciugare su dei canovacci.

Abbiamo sgranato il melograno.

Essendo un esperimento e non conoscendo il sapore finale, abbiamo pensato quindi di ridurre le dosi al minimo, per non avere sprechi. L’anno prossimo i più buoni verranno fatti con dosi maggiori.

Abbiamo preso dei vasetti di vetro puliti ed asciutti e al loro interno abbiamo messo gli ingredienti come segue:

– Elisir di melograno : in 150 ml di alcool a 95° schiacciamo leggermente 150 gr di chicchi di melograno. Lasciamo a macerare per 10 – 15 giorni, al buio, in luogo fresco ed asciutto e, di tanto in tanto agitarlo.

– Elisir di prugnolo : in 150 ml d’alcool a 95° schiacciamo leggermente 50 gr di prugnoli, aggiungiamo 1/2 chiodo di garofano,un piccolissimo pizzico di cannella ed una strisciolina di scorza di limone (attenzione a non prendere la parte bianca). Lasciamo macerare per almeno un mese, al buio, in luogo fresco ed asciutto e, di tanto in tanto agitarlo.

– Elisir di biancospino : in 75 ml di alcool a 95° pestiamo 60 gr di bacche di biancospino ed aggiungiamo 2 madorle spellate e tritate. Lasciamo macerare per 15 giorni, al buio, in luogo fresco ed asciutto e, di tanto in tanto agitarlo.

– Elisir di rosa canina : in 150 ml d’alcool a 95° mettiamo 75gr di bacche di biancospino. Lasciamo macerare per 3 mesi, al buio, in luogo fresco ed asciutto e, di tanto in tanto agitarlo.

– Elisir di basilico: in 150 ml d’alcool a 95° mettiamo 25 foglie (circa) di basilico e le pestiamo un po. Lasciamo macerare per 10 giorni, al buio, in luogo fresco ed asciutto e, di tanto in tanto agitarlo.

– Elisir di ginepro: in 150 ml d’alcool a 95° schiacciamo 30 gr di bacche, aggiungiamo una strisciolina di scorza di limone (senza parte bianca), un pizzico di cannella ed un rametto di circa 2 cm di pianta di ginepro (compresi gli aghi), è preferibile se sono i germogli. Lasciamo macerare per 15 – 20 giorni, al buio, in luogo fresco ed asciutto e, di tanto in tanto agitarlo.

A questo punto non ci resta che aspettare, trascorso il tempo di macerazione il tutto andrà filtrato, aggiunto lo sciroppo di zucchero e lasciato riposare nuovamente,  ma questo ve lo spiegheremo dettagliatamente a macerazione completata.

Mi raccomando quando andrete a raccogliere anche voi i frutti in natura, badate bene di non razziare tutto e di lasciare qualcosa anche per gli animaletti!